Dalla Commissione Carità

A proposito di CARITAS…

Ogni tanto alla domenica viene proposta alla comunità una raccolta fondi per la Caritas, ma cos’è la Caritas?

Qualcuno potrebbe rispondere che è quell’organismo che interviene in occasione di calamità o situazioni di emergenza, qualcun altro direbbe che in parrocchia la Caritas è il Centro ascolto che si preoccupa di aiutare chi è nel bisogno. Ma anche se tutto ciò è vero la Caritas non è solo questo.

Quando nel lontano 1985 il Cardinal Martini ha voluto che venissero istituite le Caritas Parrocchiali non voleva soltanto decentrare a livello locale l’assistenza ai bisognosi, ma affidava a questa commissione il compito di stimolare la comunità a vivere la Carità.

La Caritas parrocchiale dovrebbe essere come una zanzara che con le sue punture ci rende consapevoli che non potremo mai sentirci a posto finchè al mondo ci sarà qualcuno che sta soffrendo.

Papa Francesco nella sua Evangelii Gaudium ci ricorda che la frase che Dio rivolge a Caino: Dov’è tuo fratello? è rivolta anche a ciascuno di noi.

Dov’è il fratello che muore in mare cercando una vita possibile, il fratello che non ha un tetto sotto cui ripararsi e rischia di morire assiderato, il fratello che vive nella solitudine e non trova nessuno che lo aiuti a trovare un senso alla sua vita, il fratello malato che cerca conforto, il fratello che tende la mano non solo per una moneta ma forse per trovare un’altra mano da stringere?

Tutti abbiamo bisogno della puntura di questa zanzara perché la quotidianità e la quantità di questi bisogni che ci vengono proposti non solo dai mezzi di comunicazione ma che incontriamo anche personalmente nella nostra vita non finiscano per anestetizzarci e renderci insensibili come se tutto questo fosse “normalità”.